Migliaccio napoletano

“Marzo pazzerello” è uno dei detti più azzeccati che esista e anche quest’anno non si smentisce minimamente: si alternano ormai giornate di sole pieno a nubi e venti freddi, temporali nefasti a cieli tersi ed è un continuo cambi di temperature con conseguenti cambi di vestiario (vestirsi a cipolla non basta più ormai)e sbalzi di umore.
Per celebrare questa fase di cambiamento, di rinascita della natura, di goodbye inverno quale dolce più azzeccato se non il migliaccio?
Noi fino a quando non lo abbiamo fatto non conoscevamo nulla di questo dessert partenopeo preparato generalmente per celebrare il Carnevale e l’inizio della Quaresima, ma ce ne siamo innamorati all’istante. Si tratta di una torta molto morbida a base principalmente di semolino e ricotta, rimane molto bassa ma carica di profumi e di sapore. Inutile dire che non è proprio un dolce leggero ma la ricotta e la buccia di arancia e limone aiutano molto a “sgrassare” il dolce rendendolo fresco e goloso allo stesso tempo.
Con una fetta di migliaccio anche la giornata più grigia e piovosa diventa subito più colorata e spensierata.

Ingredienti
250gr di semolino
1lt di latte
1 bustina di vanillina
40gr di burro
6 uova
200gr di zucchero
400gr di ricotta
buccia di 1 limone
buccia di 1 arancia
buccia grattata di 1 limone
1 pizzico di sale
zucchero a velo

Preparazione
mettere il latte freddo in una pentola capiente e aggiungere il semolino a pioggia così da evitare la formazione di grumi in cottura, mescolare per bene e lasciare cuocere a fiamma dolce con la buccia di arancia, quella di limone e un pizzico di sale.
Quando il semolino inizia ad addensare togliere le bucce e continuare fino a terminare la cottura, quindi spegnere, aggiungere il burro a tocchetti e lasciar raffreddare completamente.
In una ciotola mischiare la ricotta, le uova e la vanillina quindi aggiungere lo zucchero e la buccia grattata del limone.
Per ultimo aggiungere il semolino freddo e riempire una tortiera imburrata e infarinata di circa 25-28cm di diametro, livellare il composto e cuocere a 180° per 50-60 minuti evitando che la superficie si bruci troppo.
Sfornare e lasciar raffreddare completamente quindi spolverare con abbondante zucchero a velo e servire.

Annunci

Commenta Kwi'zi:nz

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...